Translate

sabato 21 gennaio 2017

Dedicato a tutte le persone colpite in questi giorni difficili




Riccardo Muti, al suo rientro alla Scala di Milano, ieri sera ha dedicato questo meraviglioso pezzo di Alfredo Catalani  " Contemplazione " alle persone che in questi giorni nel Centro Italia stanno subendo i contraccolpi della Natura.

Io estendo la dedica anche ai ragazzi ungheresi che nella notte  hanno perso la vita mentre tornavano da una gita. Non posso ignorare anche l'attentato fatto in un mercato del martoriato Pakistan......

Contemplazione è il termine giusto. Perché siamo arrivati a tanto e perché la vita non si rispetta più? Perché la cupidigia, la sete di denaro, lo strapotere, la mancanza di morale,  hanno distrutto la Natura e perché questa razza umana non fa niente per fermare questo orrore?

Contemplazione seria, riverente questo è quello che dovremmo fare tutti con umiltà e da lì ri....cominciare

venerdì 20 gennaio 2017

Come sfuggire alla frenesia della nostra società



Lui è uno scrittore contadino, ha  78 anni, si chiama Pierre Rabhi. Ha scritto diverse opere, l'ultima è La convergenza delle coscienze (La Convergence des Cosciences).
Questo è uno stralcio della intervista fatta all'autore dal quotidiano Le Monde, per il testo completo vai al link.

D: a 78 anni ti dici affaticato e non confidi di farcela a sollevarti. Come vivi questo tempo che passi a scrivere, parlare e sensibilizzare?

R.: diciamo che non terrei il colpo se non fossi impegnato in questioni molto gravi (la fame, la distruzione dell'ambiente...). L' umanità è folle ed il Pianeta si trova nelle mani di inconscienti. Come ha dimostrato lo scienziato Pierre Teilhard de Chardine nel "Le Phenomene Humain".
   La nostra presenza sulla Terra è molto recente e solo noi siamo stati in grado di introdurre la dualità in questa realtà terrestre. Tutto questo per motivi imbecilli, speciosi, e per di più con  squilibri profondi, in particolare tra maschio e femmina!

D: la tua visione non è molto ottimista...

L'evoluzione  generale non è buona, anche se ci sono piccoli progressi qua e là ... Siamo capaci di ogni sorta di prodigi e di abilità tecniche e tecnologiche,, ma a forza di mobilitare il nostro genio sulla distruzione e la morte, questi prodigi si stanno abbattendo contro di noi. La domanda è perché ci troviamo in questo conflitto e come siamo finiti  in questo solco............

martedì 17 gennaio 2017

Malattia- Guarigione - Auto-rigenerazione Il diritto di conoscersi



Mi fermo spesso a riflettere su cosa conduca il corpo ad ammalarsi. A volte sembra una sorta di roulette russa, il proiettile è in canna, il tamburo della casualità gira e, se ti dice bene , il colpo va a vuoto fino al  giro successivo  e, se ancora una volta ti va  bene  vivi tutta la vita senza nessuna malattia grave salvo la invalidante ed inutile vecchiaia accompagnata dalla altrettanto inesorabile ed inutile morte.

Io sono una scienziata, una sperimentatrice, ho bisogno di prove e controprove, devo capire le origini, le cause di ogni cosa. Non credo nella fortuna o nella sfortuna, credo che noi siamo vittime, tutti, di false credenze, di didakt, dogmi e degli "esperti" che dicono.......

Parafrasando l' abusata frase di Socrate "conosci te stesso", ho imparato a conoscere una parte di me, quella nascosta, il famelico sub-conscio quello che nel suo seno porta in se tutta la creazione, tutti i tempi, tutte le ere, le sconfitte, le vittorie appartenenti a tutto il Mondo. Sono arrivata alla conclusione che come in Gambia esiste una palude di produzione di virus mai conosciuti e lì pronti ad abbattersi sulla umanità ad opera di scellerati ricercatori, anche in noi esistono questi virus il cui padre è quello della morte.

La mia ricerca è volta a comprendere la capacità di riprogrammare il sub-conscio,renderlo consapevole di se stesso  immettendo nuove conoscenze quali l'auto-rigenerazione continua e consapevole, il ringiovanimento, un intelletto che si espande abbracciando pezzetti di infinito  per iniziare a vedere uno scorcio di vita eterna.

Questa creazione nella quale noi stiamo vivendo di certo non è una creazione d'Amore, è il regno dell'inganno, dell'abuso, della sofferenza. Ma noi siamo nati per essere felici, siamo nati per creare realtà meravigliose dove tutti siamo uniti, fratelli e sorelle.... Dove .tutti insieme, cambiando nella profondità dell'essere, possiamo adottare una nuova sintassi, un nuovo  paradigma  che ci porti alla vera Creazione: creature libere, giovani, belle, in piena salute che godono delle bellezze di questa meravigliosa Madre Terra.

domenica 15 gennaio 2017

L' hotel di ghiaccio



Un delizioso reportage su una breve vacanza in Svezia tra  ghiaccio, neve buon cibo e due ore di luce a disposizione....

Nights on ice in Sweeden